Activity Tracker: come scegliere il modello giusto

Orientarsi tra le diverse offerte, modelli, caratteristiche dei tantissimi activity tracker presenti oggi sul mercato è difficile: a volte le differenze di specifiche sono minime ma la differenza di prezzo è alta; altre volte non si è sicuri di quali caratteristiche sono fondamentali e di quali si può fare a meno. Scopri tutto quello che serve sapere nella nostra guida sugli activity tracker!

Activity Tracker migliore

Tra le tante offerte del mercato è difficile individuare quale sia l’activity tracker migliore, ciò su cui bisogna basarsi sono le qualità di questi braccialetti per il fitness e valutare per quanto possibile, il rapporto esistente tra la funzionalità e il prezzo dell’oggetto scelto. Per la scelta di questo strumento è sempre bene informarsi sui vari modelli, leggere le recensioni sui vari modelli, chiedere a qualche esperto se li conosce e quale secondo lui può essere lo strumento fitness più idoneo a lui, in base alle personali richieste.

Migliore in assoluto

Activity Tracker migliore in assoluto - Fitbit Blaze

Activity Tracker Fitbit Blaze

Il Fitbit Blaze è un ottimo fitness tracker che unisce l'esperienza del software Fitbit ad una costruzione pregevole con un design che invoglia a tenerlo al polso. E' facile da usare; può sembrare minimale in certe scelte ma ha sensori e strumenti per calcolare bene le attività previste. E’ possibile personalizzarlo con cinturini colorati o modelli più raffinati. Anche l'autonomia di 5 giorni è uno dei suoi punti di forza. Non è uno sportwatch per runner evoluti, ciclisti, nuotatori. Non è impermeabile e non ha un GPS tutto suo, si avvale di quello dello smartphone. La semplicità del suo software si scontra con la mancanza di allenamenti e con la necessità di usare lo smartphone per la maggior parte delle regolazioni. Perfetto per chi svolge attività fisica con intenti non agonistici. Qui la nostra recensione completa.

  • Design ergonomico, sportivo ma elegante
  • App intuitiva
  • Buona autonomia della batteria
  • Niente di rilevante da segnalare

La nostra valutazione

Miglior rapporto qualità/prezzo

Activity Tracker miglior rapporto qualità/prezzo - Fitbit Charge 2

Activity Tracker Fitbit Charge 2

Il Fitbit Charge 2 ha tanto da poter offrire e, soprattutto se abbiamo provato un modello Fitbit in precedenza, possiamo confermare che i vantaggi sono notevoli. Display ampio in bianco e nero, facilmente impostabile e ben visualizzabile con touch screeen, una comodità tutta da scoprire ed eventuali braccialetti intercambiabili: questo è ciò che può offrire il nuovo modello targato Fitbit. Qui la nostra recensione completa.

  • Confortevole da tenere al polso
  • Schermo leggibile in qualsiasi condizione di luce
  • Ottima autonomia della batteria
  • Non è impermeabile

La nostra valutazione

Miglior Activity Tracker sottile

Miglior Activity Tracker sottile  - Fitbit Alta HR

Activity Tracker Fitbit Alta HR

Il Fitbit Alta HR è ad oggi il miglior Activity Tracker sottile presente sul mercato; aggiunge al modello precedente (Fitbit Alta, qui la recensione completa) il monitoraggio continuo del battito cardiaco senza ridurre la durata della batteria o aumentare dimensioni e peso.

  • Monitoraggio continuo del battito cardiaco
  • Riconosce le diverse fasi del sonno
  • Ottima autonomia della batteria
  • Non è impermeabile

La nostra valutazione

Che cos'è un Activity Tracker?

Un activity tracker è un gadget fitness, nello specifico, identificato con un braccialetto che svolge diverse funzioni. Non sono particolarmente indicati solo per gli sportivi che intendono monitorare e migliorare la personale prestazione fisica, questi braccialetti hanno tante funzioni, ma probabilmente gli sportivi professionisti possono avvalersi di strumenti e accessori per fitness più completi.

Un activity tracker è un valido aiuto e supporto per quelle persone impegnate tutto il giorno che vogliono cominciare a monitorare il movimento fisico svolto durante la giornata. Sono degli accessori carini, colorati, dal design curato e spesso molto leggeri, da dimenticarsi di indossarlo. Possono essere portati ventiquattro ore al giorno e possono controllare anche la qualità del sonno, quindi comunicare quante ore dorme il soggetto che lo indossa, la qualità del sonno dello stesso, e può essere un valido aiuto e sostegno per chi, non vendo tempo o forse non riuscendo a trovare la giusta concentrazione, intende cominciare a controllare la sua salute, quantificando il numero di passi percorsi durante il giorno. In commercio ci sono diversi activity tracker, la forma più usuale è quella di braccialetto, anche se in commercio ci sono alcuni dispositivi che si possono applicare ai vestiti oppure infilarli in una tasca per monitorare l’attività della giornata.

Di solito questi sono composti da due elementi fondamentali, un elemento definito "device fisico", che serve per controllare l’attività fisica reale e in diretta, l’altra invece è quella parte che serve a registrare e visionare il tutto su un display. Con lo smartphone per esempio, per visualizzare tramite l’applicazione, le mappe e quindi il percorso svolto in giornata oppure nei giorni precedenti, per fare una stima sul genere di attività svolta e di quanti eventuali progressi ci sono stati, in termini di esercizio fisico, tra una prestazione e l’altra.

In pillole

  • Un activity tracker è un gadget fitness per monitorare le prestazioni fisiche non agonistiche.

Cosa misura un activity tracker?

Il fitness oggi offre una moltitudine di articoli da indossare e usare come alleati della salute, e talvolta funzionano come dei veri coach in termini di allenamento. Gli activity tracker sono dei braccialetti comodi e pratici da usare con diverse funzioni: misurano i passi eseguiti durante la giornata, conteggiano le calorie che si bruciano e quantificano il movimento fisico svolto in un giorno. Si indossano anche durante la notte, la loro strumentalizzazione al loro interno permette di controllare il sonno notturno e tramite alcune applicazioni, si possono visualizzare i risultati del monitoraggio.

Un activity tracker può avere tante altre funzioni, influenzando inevitabilmente il costo dello strumento, ma questo è un aspetto secondario, lo sportivo che intende monitorare la propria attività fisica o quanto movimento svolge durante l’intera giornata, talvolta non si cura della spesa necessaria per acquistare un activity tracker.

Questo strumento in taluni modelli può essere fornito di GPS, non tutti ne sono forniti, ma quelli più accessoriati, per un uso più completo, hanno questo sistema di localizzazione inserito all’interno dello strumento. L’activity tracker è un gadget del fitness da utilizzare tutti i giorni, non solo durante lo svolgimento di uno sport, la loro funzionalità è indicata per i soggetti che vogliono monitorarsi costantemente senza avere tuttavia alte pretese agonistiche.

Alcuni activity tracker misurano anche la fatica cardiaca, dispongono di dispositivi sonori e sveglie per indicare all’utilizzatore, con un sistema di allarme, che mette in allerta il soggetto per un reale rischio alla salute. Se questo indossa il proprio activity tracker durante la corsa o una passeggiata in bicicletta, può rendersi conto tramite la funzione alert, se sta esagerando con lo sforzo fisico. Parliamo di modelli avanzi, indirizzati verso soggetti con pretese maggiori, anche se, gli sportivi agonistici hanno bisogno di strumenti fitness maggiormente indicati. Il pedometro è il rilevatore del contapassi, serve per avere una visione completa dei passi e di quanto il soggetto ha camminato durante la giornata. Questo genere di dati spesso possono essere falsati dal tipo di camminata svolta; passeggiata per i negozi, a casa per acchiappare i bambini o ancora la camminata veloce per chi vuole allenarsi e perdere peso praticando un’attività più vicina allo sport e a quella aerobica.

Il monitoraggio avviene con accelerometro o altimetro. Cosa significa? L’accelerometro è un dispositivo che si trova all’interno di molti strumenti elettronici, che esegue una stima dei movimenti e delle calorie bruciate, in base ai dati inseriti nel momento in cui si è eseguita l’accensione dello strumento, ossia dopo aver inserito le informazioni inerenti all’altezza, peso ed età. Parliamo di una misurazione approssimativa, ma comunque molto vicina a quelle reale, la stima dei calcoli avviene tramite un software e il conteggio dei dati avviene in base al numero dei passi realmente svolti.

In pillole

  • Gli activity tracker misurano i passi, le calorie, la qualità e durata del sonno.
  • I modelli più evoluti di activity tracker possono monitorare anche il battito cardiaco e la posizione tramite GPS.

Prezzo di un activity tracker

Il prezzo degli activity tracker è legato alle funzioni prestabilite previste dallo strumento, un elemento che fa aumentare il prezzo di un activity tracker è l’installazione del GPS, un elemento che si consiglia bene di valutare quando si decide di comprare uno di questi strumenti per il fitness.

Il GPS è un dispositivo di localizzazione molto veritiero, l’esattezza della localizzazione prevede un margine di 5 metri di identificazione esatta del luogo. Oggi quasi tutti i dispositivi elettronici ne sono provvisti, i cellulari di ultima generazione hanno quasi tutti il GPS, a differenza invece degli activity tracker che non tutti invece hanno questo sistema di individuazione geografica. Questo incide sul prezzo, chi usa applicazioni compatibili con questo strumento, può utilizzare un activity tracker senza GPS, che sarà collegato allo smartphone tramite l’applicazione scaricata sul cellulare e usare questo collegamento per comunicare la localizzazione e al contempo visualizzare le mappe degli itinerari percorsi.

Il prezzo di un activity tracker varia in base alla fascia di appartenenza: ci sono di fascia bassa, media e alta. Gli strumenti di fascia bassa hanno un prezzo sui 30 euro, talvolta anche meno in alcuni modelli, dipende dalla marca, dalle funzioni che sono contenute nello strumento e dalla qualità del materiale con il quale è stato confezionato. Gli activity tracker di fascia media hanno un prezzo che oscilla sui 60 euro. Quelli invece che appartengono alla fascia alta, prevedono activity tracker che costano sui 100 euro, con un prezzo anche superiore, di solito indicati per chi vuole un activity tracker per allenamenti professionali. Chi invece vuole stare in forma e non è abituato a svolgere attività fisica con assiduità, può scegliere benissimo uno di quelli appartenenti alla fascia medio bassa.

In pillole

  • Il prezzo di un activity tracker dipende dalle funzioni disponibili.
  • Activity tracker di fascia bassa hanno un prezzo intorno ai 30€.
  • Activity tracker di fascia media hanno un prezzo intorno ai 60€.
  • Activity tracker di fascia alta hanno un prezzo intorno ai 100€.

Quale activity tracker scegliere?

La scelta di un activity tracker è legata alle personali esigenze, come per esempio, quanto si vuole spendere, ma soprattutto, bisogna considerare il tipo di preparazione fisica del soggetto. Si consiglia di preferire quelli a braccialetto, sono più comodi e hanno materiali molto leggeri, che non comportano alcun disturbo per chi li indossa. Sono indicati soprattutto per chi vuole conteggiare i passi durante la giornata, ci sono modelli sofisticati con costi elevati per prestazioni professionali più elevate, inoltre ci sono quelli impermeabili per gli appassionati di nuoto, che intendono monitorare quante calorie bruciano durante l’allenamento in piscina.

​Chi vuole avere uno strumento completo, deve scegliere quelli appartenenti alla fascia medio alta, con tessuto adatto all’acqua, con tutte le funzioni di rilievo di cui si ha bisogno. Questi sono dei braccialetti da fitness, ma in commercio ci sono diversi modelli colorati e alla moda, in modo da poterli indossare tranquillamente tutto il giorno senza problemi per il look. Ci sono quelli che rilevano il battito cardiaco, per cui se volete monitorare la vostra salute si consiglia di scegliere un activity tracker che prevede questa impostazione, avrà un prezzo di vendita probabilmente più lievitato rispetto ad altri modelli, ma se volete uno strumento funzionale in tal senso, cercate di scegliere l’activity tracker con questa impostazione. Quelli a braccialetto sono i più consigliati, come vedrete, somigliano molto a un orologio, anche se noterete la differenza nella visualizzazione del quadrante. Quest’ultimo rispetto al display di un orologio, sarà più piccolo, dove lo sportivo potrà visualizzare le informazioni che gli servono.

​Per la connettività non sempre è indispensabile avere uno schermo ampio, perché dipende dal tipo di connettività di cui sono forniti, se hanno compatibilità con lo smartphone, i dati delle mappe saranno visualizzati al termine del suo utilizzo sul display del cellulare. La scelta deve cadere su un activity tracker che abbia le funzioni di cui avete veramente bisogno; è importante ponderare bene tutto per non rischiare di comprare un oggetto caro, troppo costoso e con funzioni in più rispetto a quelle che realmente necessitano. Un altro aspetto di cui tener conto è la dimensione, parlando di oggetti che di norma andrebbero indossati molto di frequente, 24 ore su 24 anche quindi la notte per la valutazione del sonno, è fondamentale preferire un modello che abbia un design gradevole, magari semplice e non molto ingombrante. Ci sono in tante colorazioni nel mercato, con colori vivaci e frizzanti e altri invece rivestiti da tessuti morbidi con nuance classiche come il nero, il blu e anche il viola scuro.

​L’activity tracker deve abbinarsi tutto il giorno con il vostro look, senza riferimento al solo abbigliamento sportivo, ma anche a cosa s’indossa durante la giornata per andare al lavoro, uscire con amici per una cena fuori, al supermercato e tutte le attività della quotidianità. Non bisogna trascurare la qualità del rivestimento dell’oggetto, se trattasi di plastica o gomma morbida o dura. In tutti i casi l’activity tracker, rimanendo al polso, per i modelli a braccialetto, tutto il giorno, non devono creare fastidi all’epidermide, anche per effetto della sudorazione e al contempo, si consiglia di scegliere un activity tracker resistente all’acqua, in modo da poterlo mettere sotto il getto dell’acqua senza problemi, lavarvi le mani, sciacquare lo stesso strumento se dovesse sporcarsi con polvere o altro e, seguire in acqua l’utente, ossia in piscina se volesse fare una nuotata.

​La marca che sceglierete è importante, è talvolta sinonimo di garanzia del prodotto, inoltre un marchio riconosciuto, nel caso sfortunato sia necessario, può anche fornire un servizio di assistenza, semmai vi trovaste nell’eventualità di aver bisogno di questo servizio. Sono dettagli che spesso sembrano scontati, che in effetti, sono fondamentali sulla scelta di uno strumento elettronico quale ad esempio come un activity tracker.

In pillole

  • Si consiglia di preferire un activity tracker a braccialetto dal desgin semplice e compatibile con ogni look.
  • La resistenza all'acqua, o quantomeno agli spruzzi, è importante per l'activity tracker che si andrà a scegliere.

Fitbit vs Jawbone

Fitbit e Jawbone sono i marchi più famosi e maggiormente gettonati in ambito activity tracker, il primo sembra essere quello che ha una maggiore popolarità, anche se negli ultimi anni, il secondo ha saputo conquistare parte degli interessati a questi braccialetti elettronici capaci di misurare alcuni parametri prestabiliti con le impostazioni del soggetto che li indossa.

​Queste due aziende sono state oggetto anche di una disputa in tribunale per una questione di brevetti e furti presunti di progetti, atti a migliorare le prestazioni degli activity tracker, anche se nel tempo la questione è stata accantonata per ritiro delle accuse. Questi due marchi curano entrambi molto bene questi strumenti da fitness, è difficile poter stimare e dire quale dei due sia maggiormente indicato. Il mercato degli activity tracker è pieno di modelli di questi due marchi, indirizzati a tutti gli interessati che intendono monitorare la propria attività durante la giornata, misurando e quantificando i passi svolti, conteggiando quante calorie sono state bruciate, o anche quanti chilometri sono stati percorsi; inoltre alcuni possono verificare il ritmo cardiaco durante una camminata veloce o una corsa modesta. In passato esisteva una differenza che portava a scegliere, Fitbit invece di Jawbone perché quest’ultimo aveva delle ristrettezze in termini di connettività, ossia era compatibile solo con alcuni sistemi operativi. Recentemente però questa differenziazione è stata superata e adesso entrambi i marchi sono adatti per iOS, Windows e Android.

In pillole

  • Fitbit e Jawbone sono leader nella produzione di activity tracker.

Hai ancora qualche dubbio?

Nessuna paura! Abbiamo testato decine di modelli diversi di activity tracker e sicuramente tra uno di questi c'è il modello perfetto per te. Ecco una lista per trovare velocemente le informazioni più importanti.

Sport Tracker